Passa alle informazioni sul prodotto
1 su 12

Anas

Cartello Stradale Originale anni '60 Attraversamento Pericoloso Anas Firenze 1965

Cartello Stradale Originale anni '60 Attraversamento Pericoloso Anas Firenze 1965

Prezzo di listino $89.00 USD
Prezzo di listino Prezzo scontato $89.00 USD
In offerta Esaurito
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al check-out.

Cartello stradale originale degli anni '60, indicante il segnale di pericolo "Attraversamento Pericoloso" utilizzato dall''azienda "Anas" di Firenze nel 1965, come riportato dal timbro posteriore, prodotto dall'azienda "Signal".

La segnaletica stradale è comparsa lungo le strade italiane nei primi del 1900 su iniziativa di un socio del Touring Club Italiano (TCI), associazione con lo scopo di promuovere il turismo in Italia. Primi segnali di quelle che potremmo definire indicazioni stradali, invece, risalgono ai tempi dell'antico Impero Romano quando attraverso ceppi e pietre miliari si indicavano le distanze tra le varie città., sistema di segnalazione usato anche dopo la caduta dell'impero e fino a quando, nel 1800 circa, comparvero i primi cartelli stradali per la regolamentazione della viabilità ciclistica prima e poi per quella automobilistica. In Italia la prima segnaletica stradale apparve quando nel 1935 furono installati dal TCI dei pali alti 3 metri a forma di Y con pannelli in ghisa che riportavano le indicazioni di "Discesa Pericolosa", "Pericolo grave o divieto" o "Indicazione di Direzione. Nei successivi anni il lavoro iniziato del Touring Club proseguì, fu istruita anche una commissione che avrebbe garantito una maggiore visibilità e qualità dei cartelli stradali, l'"Automobil Club Italiano" quando, furono introdotte tre categorie di cartelli che segnalavano "Pericoli", "Direzioni"  o "Rallentamenti" e poi sviluppata con aggiunta di altre categorie nei successivi anni. Nel 1949 dopo la fine del conflitto bellico, fu sottoscritta la convenzione di Ginevra per la regolamentazione della circolazione stradale e la segnaletica stradale dei vari Stati. In Italia la convenzione è stata convertita in Legge nel 1952 ma la sua attuazione è avventa solo nel 1959 quando furono introdotte quattro categorie di cartelli stradali che avrebbero dato "Segnalazioni di Pericolo", "Segnalazioni di Divieto", "Segnalazioni di Obbligo" e "Segnalazioni di Indicazione".

Il cartello, in metallo nella parte anteriore è rivestito di vetroresina posteriormente, è in ottime condizioni considerato l'età e l'utilizzo fatto. Presenta, tuttavia, dei segni del tempo e di vissuto che rendono l'oggetto ancor più bello ed unico.

Dimensioni Altezza / Lunghezza / Spessore 77 / 90 / 1 cm

Contattateci per ulteriori informazioni.

Le immagini sono parte integrante della descrizione e per determinare le condizioni degli oggetti.

Raggi's Collectibles' Automotive Art - "From History with Passion" -

Visualizza dettagli completi